Scocca l'ora del boschetto firmato Swatch
Scocca l'ora del boschetto firmato Swatch

Tutte le notizie

Verde urbano

Scocca l'ora del boschetto firmato Swatch

In piazza Oberdan la nota marca di orologi realizzerà un'area verde dove saranno piantumati 51 alberi. Questa eredità di Expo sarà un vero e proprio frutteto in città con Prunus, Malus e Punica

Boschetto Oberdan

Milano. 3 novembre 2015 – Un nuovo bosco sta crescendo in questi giorni a Milano grazie alla collaborazione tra Amministrazione e Swatch.  Il brand svizzero infatti sta realizzando un’area verde in piazza Oberdan collocando 51 alberi, eredità di un progetto legato a Expo che ha visto la messa a dimora di ben 5151 alberi tra Italia e Kenya. 

“Ancora una volta la collaborazione tra pubblica amministrazione e aziende è decisiva per fare più bella, più verde, più accogliente la nostra Milano – afferma l’assessora al Verde Chiara Bisconti -  e ringrazio Swatch per questo intervento che va ad arricchire ulteriormente una piazza completamente rinnovata e finalmente restituita alla città grazie a questa Amministrazione. Sono già cinquecento le aree verdi in città affidate a privati, dai grandi brand internazionali al negozio di quartiere, dalle aiuole di periferia agli alberi di piazza Duomo. Insieme ai giardini condivisi e alle aree verdi curate direttamente gruppi o associazioni di cittadini si è creata una rete collettiva e diffusa fondamentale nella tutela del verde urbano, mai come oggi riconosciuto come un bene comune da difendere". 

Filippa Lagerback, di cui è noto l’interesse per i temi dell’ecologia e del benessere, aveva accolto il 1 maggio i visitatori dell’innovativo e originale Pop-Up Store, di fronte al Padiglione Cina, per offrire loro l’opportunità di un acquisto “verde” e solidale. I primi 5.100 visitatori avevano ricevuto infatti “in regalo” uno degli alberi da frutto della campagna. Oggi il progetto si è concluso con la piantumazione dei 51 alberi. “Sono felice di vedere il risultato concreto di una bellissima collaborazione nata durante l’Expo – afferma Filippa Lagerback - Vedere la città tingersi di verde, sapendo che anche in altre parti del mondo sono stati piantati tanti alberi mi dà speranza e felicità, il verde ricarica, dona serenità”.

Si tratta di specie di Prunus, Malus e Punica. Insieme ad altre, più piccole, di edera, andranno a creare un angolo suggestivo, un vero e proprio frutteto in città.