Profughi. Majorino: "Grazie ai milanesi per meravigliosa solidarietà"
Profughi. Majorino: "Grazie ai milanesi per meravigliosa solidarietà"

Tutte le notizie

Profughi. Majorino: "Grazie ai milanesi per meravigliosa solidarietà. Importante portare doni in centri accoglienza"

Volontari

"Continuano ad arrivare in Stazione Centrale tanti milanesi con vestiti e alimenti per i profughi: li ringraziamo moltissimo per questa dimostrazione di solidarietà meravigliosa e impressionante”. Lo ha detto l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino, in Stazione Centrale per fare il punto sulla gestione dell'assistenza ai profughi. 

“Raccomandiamo alle persone che vogliono contribuire con il loro aiuto - ha  proseguito Majorino - di andare nei centri distribuiti sul territorio, dove ci sono le organizzazioni del terzo settore e abbiamo la possibilità di raccogliere tutti gli oggetti". 

In particolare: 

- Il centro di Farsi Prossimo Onlus di via Padre Carlo Salerio 51 ha bisogno di prodotti per bambini, in particolare pannolini, salviette e biancheria intima, e di scarpe da ginnastica. 

- Il centro di Fondazione Progetto Arca Onlus di via Aldini 74 ha bisogno di biancheria intima (uomo, donna, bambino) e di prodotti per l’igiene

- Il centro dei City Angels Italia di via Martinelli 57 ha bisogno di biancheria intima e vestiti estivi solo per uomini e di prodotti per l’igiene.

Sono 174 i profughi che nella notte fra martedì e mercoledì sono stati registrati ed accolti nelle strutture di Comune e Terzo Settore. 
In particolare, 22 persone sono state accolte in via Corelli, 16 in via Betti e 7 in via Salerio, 43 in via Aldini, 2 in via Mambretti, 65 in via Martinelli e 19 nella struttura di Bresso. In totale sono circa 1.300 le persone presenti nei centri di accoglienza distribuiti sul territorio. 
“Grazie allo straordinario impegno dei volontari e degli operatori – ha dichiarato Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano – siamo riusciti a far fronte all’emergenza, accogliendo e ospitando i profughi nelle 12 strutture operative”.